Come provare se l'uovo è fresco
Se in frigo avete delle uova e non siete sicuri della loro freschezza potete fare la prova della freschezza immergendo l'uovo in un pentolino di acqua fredda:
uovo frescose l'uovo affonda è sicuramente fresco
uovo ancora frescose l'uovo resta immerso a mezzo pentolino è ancora buono
uovo vecchiose galleggia è vecchio ed è meglio buttarlo (nella raccolta dell'umido)
nell'uovo vecchio il tuorlo e l'albume sono ridotti rispetto all'uovo fresco perché molte sostanze sono state perse attraverso la porosità del guscio e quindi l'uovo vecchio da buttare è più leggero e galleggia.

Come salvare la pietanza troppo salata
Se durante la cottura di una pietanza ci si accorge di avere messo troppo sale si può rimediare con una patata. Lavare e sbucciare una grossa patata e metterla nella pietanza troppo salata, continuare la cottura. A fine cottura togliere la patata e servire la pietanza in tavola. La patata può essere saltata in padella con un poco di olio e servita come contorno con altre verdure.

Come togliere l'amaro dal radicchio rosso di Chioggia.
Il radicchio rosso di Chioggia è per sua natura un radicchio amaro, tagliato sottile e mangiato crudo con altre insalate da al piatto un sapore deciso. Cotto al tegame o messo nel risotto lascia un retrogusto amarognolo, per evitare che questo retrogusto sia troppo forte e disturbi il palato è sufficiente procedere in questo modo: la sera prima pulire e lavare il cespo di radicchio lasciandolo intero incidere il fondo del cespo con un piccolo taglio, mettere a bollire due pentole c on abbondante acqua non salata, quando l'acqua bolle mettere il radicchio dentro la prima pentola, cuocere fino a quando riprende il bollore, con una schiumarola togliere il radicchio e metterlo nella seconda pentola con l'acqua bollente. Far riprendere bollore e lasciar cuocere per due minuti. Togliere il radicchio dall'acqua e trasferirlo in uno scolapasta, mettere sul radicchio un piatto piccolo e sul piatto un tegamino pieno di acqua far riposare tutta la notte e lasciar uscire il pigmento rosso responsabile del sapore amarognolo del radicchio. Il giorno successivo il radicchio scottato è pronto per essere usato nelle ricette desiderate.

home | ricette | foto gallery | chat | curiosità | barzellette | consigli | pubblicità | contattaci